365 Architetti

small place Verona

TRADIZIONE RISCOPERTA

L’immobile, di circa 45 mq, presentava uno spazio buio e mal distribuito e difficilmente fruibile con un bagno a malapena utilizzabile e accessibile solo dalla cucina.
Da queste considerazioni scaturisce una forte necessità di riqualificazione spaziale e funzionale, affiancata dalla volontà di ridare agli ambienti un significato fino a quel momento sconosciuto, un valore appartenente ad una tradizione lontana che aspetta solo di essere riscoperto e portato alla luce.
È così che le murature principali vengono messe a nudo a svelare gli originari elementi di cui si compongono – legno, mattoni, pietra – mentre quelle secondarie si frammentano a creare un openspace arioso e luminoso, con gli ambienti in continuità visiva suddivisi solo dalla parete-armadio posta tra zona giorno e zona notte.
L’inversione dello schema distributivo permette una gestione ed una fruibilità migliore degli spazi e consente di rendere la scala in marmo parte integrante dell’appartamento, inondandola di luce grazie all’apertura posta in cucina e all’affaccio ricavato al posto del ripostiglio.
Ogni scelta compositiva è stata presa in funzione dei ridotti spazi a disposizione, come la cucina e i bagni posti in un unico blocco servizi sottolineato dal cambio di materiale, e dalla volontà di non rinunciare comunque ai comfort di prima necessità, come la trasformazione del pianerottolo in un disimpegno ove trovano alloggio caldaia e lavatrice.
L’immobile diviene così protagonista di una nuova vita in cui può finalmente sentirsi valorizzato e libero di raccontare la sua storia.

Portfolio Details

CLIENT : privato

DATE : 2015